lunedì 25 maggio 2009

Unificazione

Poiché Il tempo mai come di questi tempi (ah ah ah) è tiranno.
Con un occhio alle mie personali PR e nell'augurio che unificare sia anche rafforzare
Chiudo questo mio blog (la cui vita è stata brevissima....altro fallimento) o meglio lo unifico a quello del myspace...

Quanto qui ho scritto è natto dalle migliori intenzioni...ma suppongo che anche Marta Gobels avesse le migliori intensioni quanto uccise i suoi bimbi!

Non mi auguro nulla...mi sono già deluso abbastanza in questi anni..

....Prego per la Costanza nei miei intenti....

venerdì 22 maggio 2009

Simile a spugna...

La fatica spazza via le preocupazioni?

Si e No....diciamo che simile a spugna spazza via la polvere ed il deposito lasciando in vista solo gli elementi salienti.

Sai mio blog che ultimamente ho una bella plettrata? E non sono mai stato così confidente di me stesso?

Ovvio mio blog simile confidenza è spazzata via dal vento appena esco dal mio sicuro ritrovo, in questi giorni però mi sorprendo affacciato alla mura di questa mia fortezza a mirare il paesaggio.

{Agathodaimon l'album e "Phoenix"...molto ben fatto!}

sabato 16 maggio 2009

New Sensations

Registro in questi giorni sensazioni contrastanti.
Sono molte felice per il lavoro , sia come ambiente che persone con cui collaboro (certo è faticoso e la sera sono molto cadavere), e anche elettrizzato alla prospettiva di vivere da solo e riuscire finalmente a dirmi "indipendente".

Daltro canto sono preoccupato di non riuscire a tenere il filo di tutte le coso che faccio..musica,amici, hobby...a cui devo aggiungere l'occuparmi della casa e tutto il resto.

Naturalmente la mia natura fortemente umorale influisce sempre troppo su di me, l'altra mattina ero al quanto sconsolato e mentre carteggiavo dei copricerchioni avevo la netta impressione che la mia vita fosse finita...ed il destino mio segnato..già mi vedevo mollare le band e la chitarra per vivere in solitudine uno stanco strascinarsi privo di senso....

Buffo no!

Di contro quando torno a casa anche se stanco impugno la mia chitarra e suono!
Forse con maggiore passione di prima!

Spero che questa mia nuova "vita" mi infonda un poco di quel coraggio di cui sempre ho difettato, magari imparando la pazienza e costanza mentre carteggio/lucido/spazzo/vernicio sarò in grado di fortificare anche il mio carattere.

Non ho mai mangiato così tanto come in questi giorni!

Il METALmeccanico ah ah ah

lunedì 11 maggio 2009

Sfoghi...non sulla pelle

Come fare incazzare un serafico e felici lavoratore?!!!

L'incertezza e le situazioni Pirandelliane che creano i miei famigliari...con A che sostiene di essere di accordo con B ...mentre C non ne sa nulla e cade dalle nuvole! Poi B fa il finto tonto e A cambia la sua versione......E CHE CAZZO!!!


Non bastasse questo sabato appena passato ho fatto la figura del FROCIO....e dello sfigato ad una cena....fantastico davvero fantastico......meno male che ho la mia chitarra.....mia croce...mia spada...mio amore

venerdì 8 maggio 2009

Dirty Fingers

Anni fa al Bar '900 mi ritrovai ad un tavolo a suonicchiare la chitarra con un altro ragazzo, era più bravo di me (allora io ero molto più scarpa) e di certo quel goffo ragazzo che ero non mi rassomiglia più di tanto....non incarno più l'immaggine "Led Zeppelin"...come dice Sanzo...
Fuori un tardo pomeriggio invernale mutava in sera mentre in molti cercavamo calore chiuse nel bar.

D'un tratto entra una compagnia di operai; le tute arancioni ,le mani grandi il passo pesante...
si siedono a bere qualche birra e fare quattro chiacchiere mentre uno di loro acolta gli imbarazzanti riff che suoniamo io e l'altro ragazzo.
L'uomo si avvicina e ci chiede se può provare anche lui (è strsaniero e ci capiamo più a gesti che altro)...dopo qualche momento come fulminato da un'idea esce dal locale e ne rientra qualche minuto dopo con una chitarra acustica, porge l'altra al mio amico e i due iniziano a suonare.
Rimasi colpito dalla bravura di quell'operaio, dalla vitalità che possedeva il suo modo di suonare mentre quelle sue grosse mani nere e callosse volavano su e giù per il ponte....

Questi primi giorni di lavoro mi hanno fatto tornare in mente quell'episodio...buffo no!

martedì 5 maggio 2009

...Al mutare della marea

Espulsi i malori nei due precedenti post....va decisamente meglio.
Ed ora che "Hexenwind" dei Dornenreich culla lentamente le mie orecchie sono più sereno;
sono più sereno perchè oggi ho un colloquio di lavoro, e non uno di quelli in cui lasci i tuoi dati e "sarai richiamato"....ah ah ah MI HANNO RICHIAMATO!
Parlerò con il padrone speriamo in bene.

Come sempre mi agito enormemente...non sento forse le mie mebra tremare mentre scrivo?
E' la gioia che sgorga dal profondo della mia mentente e da quellos tesso luogo la paura del cambiamento..che come un' onda impetuosa sconvolga tutto..orari e consuetudini.....rischiando un "effetto Tsunami" sulla mia vita.

Potrò ancora suonare? allenarmi conla chitarra ogni giorno e andare ai concerti?
E la poca ginnastica che faccio dovrò piantarla li dove è cominciata?
Li vedrò ancora i mie amici?

Domande stupide di un amente infantile...pure mi assillano!

Di certo oggi alle 15.00 mi presenterò sbarbato e cortese quanto basta

lunedì 4 maggio 2009

Deferenza verso cosa...?

{Spite Extreme Wing in cuffia l'abum è "Vltra" provateli!}

Sempre meno di questi tempi mi sento "metallaro"....forse perchè ormai svanita l'illusione che l'etichetta per uno come me dia anche un senso di appartenenza e "fratellanza", la beota favola che essendo Metallaro sarei stato bene tra i Metallari....un presuntuoso assunto che mi ha tradito....

Invece questi metallari...mi sembrano alieni....lontani come tutte le altre persone....logicamente non si può stabilire un legame con uno sconosciuto...ma si può sentire una certa affinità no!?

Sembra di no.
Sembra il contrario più tento o credo di essere come "loro"...maggiore e la repulsiva timidezza/afflizione che provo, è certo anche un periodo di comprensibile tristezza con la disoccupazione e tutto il resto...però.

...Ma scarichiamo un di mattoni in questa mia discarica per un cuore troppo gonfio...

Sabato mio malgrado sono stato a Beltane.....la tanto vituperata e desiderata ed odiata e derisa e agognata...Beltane. Io e Sanzo (il mio compagno di recenti sventure)....uno squisitamente confidente con la sua camicia a quadri aperta sull'ampio torace villoso, orecchie costellale da orecchini...capellino basso sugli occhiali da sole mutanda in vista e catena arrugginita al collo.......Punk......decisamente Punk.
La flaccida e burrosa presenza al suo fianco T-shirt nera "Amon Amarth"...lunghi pantaloni neri con anfibi ormai ridotti a brandelli...occhiali bassi sul naso "giudeo"..vaga gobba ed anelli alle dita....così abbiamo scarpinato fino a quella conca erbosa cinta dagli alberi..scovando un equamente diviso santuario al sacro e profano.

Persone d'ogni taglia colore ed estrazione sociale, alcuni vestiti alla maniera più folk possibile...altri conciati come avventurieri di AD&D...i numerosi Metallari.....ecc.
Inutile dire che il caro Sanzo era preda di tempeste ormonali incontrollabili...lui single da qualche anno...in mezzo a quel vivaio di tanta beltà, a volte delicata come un fresco giunco a volte calda ed afosa come un tramonto estivo.....per dirla fuori dai denti la consueta quantità di Figa/Topa/Carne....ditelo come volete.
Come mi ero aspettato tali visioni hanno suscitato in me il più apatico dei comportamenti, trascinandomi stanco e depresso...tagliando con lo sguardo ogni cosa che mi capitava a tiro....donne...uomoni...amici....amanti....davvero disdicevole....


Un tempo dissi che ero stufo di invidiare gli altri e per questa mia invidia..scoprirmi ad odiarli segretamente.....ancora è così....ma non mi da più peso....li odio tutti.
Come sempre più di tutti odio me stesso....più di ogni altra cosa spregio le mie qualità...
in una eterna pantomima.....

Non mi sento allora appartenente a nessuna "tribù" ma questa mia solitudine non è l'individualismo del forte...ne lo stoicismo temerario che molto va a volte di moda...
è solo un piccola cosa nera tra le molte sudice che vado accumulando.

{Molto bello quest'album degli Spite Extreme Wing...tira fuori il meglio di me...e questo è già qualcosa..oggi mi è difficile amare me stesso...non me ne vorrà a male l'incipit di questo mio blog}

venerdì 1 maggio 2009

...la su a Masserano...

[In ascolto "Chapter II: The fallen"]
Il corpo ancora scosso dai fremiti e brividi di fatica medito sul senso delle mie azioni...
...sono davvero uomo capace di vivere per sestesso?..o ogni mio gesto è un disperato mendicare verso il prossimo?


Anche quest'anno mi perdo (per mia scelta) Belthane...o Beltane o Beltrame...o come CAZZO si chiama la piccola "Orgia Hobbit" in cui il blandamente sacro neopaganesimo si sposano con il sempre di moda "folk-style".

Se fossi un personaggio della trilogia di Tolkien sarei di sicuro Sméagol/Gollum...odio ed amo me stesso con la stessa forza con cui odio ed amo il mio tessoro...ah ah ah

Fose questa era la volta buona...magari non sono ancora del tutto pronto.. ma avrei saputo attutire meglio il colpo....no credo di no.

Sono degni di me questi atti di superbia e masochismo, il ritorcersi meschinamente su me stesso delle mie abituali paure.

Per dirla tutta non saprei propio cosa ci sarei andato farà la tra i "celti" solo come sono.
Certo avrtei avuto accanto a me amici e compagni con cui passare ore liete e folli...
Questo non avrebbe lenito il sordo grido di molte cose intorno a me..ancora così distanti e paurose, allora come Gollum avrei cominciato a torcermi misero e torturato...suscitanto ora commiserazione ora derisione....

Sarei stato ancora straniero in terra straniera...

Poi cosa cazzo va a farci un uomo "condannato alla verginità"...al festa della fertilità Celtica....il posteggiatore di cavalli....e il gustode di Menhir?!

No no no.....che ballino intorno al fuoco giovani e voluttuosi ebbri di nettare e passione...
...misticamente avvolti a loro insaputa in una liturgia che non ha officianti ne riti....
...anche se gli antichi Dei giaccio soffocati sotto il cemento e la morte...
...ben desti saranno i sogni e gli istinti....di chi ballerà attorno a quei fuochi.

Per me invece che sono sacerdote del rimorso
il mio incenso vecchie lacrime sublimate da tempo
la schiena curva per la falsa modestia

Per me c'è l'illusione che il fuoco si possa ignorare
le braci che ardono nascondere sotto la mia scorza


E poi oggi abbiamo spostato le prove dei Nyctofilia

6 ore di funeral doom metal? o Fauni e Ninfe ebbri di nettare e dolci sussurri?

DOOM METAL!!!! e ovvio no

{Sfigato come sempre..vedo!! Id }

martedì 28 aprile 2009

Wake Up!

Il freddo è costante della mia piccola vita.
Fa freddo quando mi desto di mattina a volte non per il clima o la stagione...ma per un qualche frammento gelido che simile a scheggia si agita dentro di me...non abbastanza gelido! mi dico con sarcastico, desiderando segretamente d'essere fatto per intero e subito Demone o Angelo.....non l'intermedia mezza-calzatta Uomo.

Fa freddo quando scosto le tende e guardo fuori da me stesso....chiedendomi come fanno gli altri a vivere in mezzo ad una simile bufera...rigirandomi tra le calde coperte...magari più tardi.

(Va detto che il 28 di Aprile 16 gradi appen in casa mi sento un pochino intirizzito!)

Ma mercoledì dovrebbe splendere il sole!
Potrò allora rintentare una sortita "ginnica" inseguendo la mia pancia ah ah ah
E' bello ogni tanto dimenticarmi delle mie storiche ossessioni (chitarra, Vita, Donna) e concedermi a questa solita fissa del fisico....e poi ultimamente sono al quanto soddisfatto dalla musica.

Ma Oh! mio blog...
Verrà un di in cui sarò messo alla prova in un campo a me estraneo del tutto, tardissimo mi accostero a questa prova che invero anni fa dovevo tentare! Per gli uomini comuni è un nulla , forse nemmeno un passaggio...per me è la vista di una piccola vetta...sperando che non celi altre salite.Al mio fianco avrò amici e rivali ma il più grande mostro resterò sempre io, miei nemici la paura il dubbio e l'anisa.

(Come dire un amico mio organizza una uscita a tre...cosa a me del tutto estranea...già so che farò la figura che merito...mi tremano le gambe!)


E' normale per un amante dei Kampfar, uno che va in brodo di giuggiole per DOOM:VS desiderare di suonare qualche cover dei Police?
Perchè ieri da Nycto mi sono preso bene con "Message in A Bottle" e "Every Breath You Take" ah ah ah ah. Forse meglio che impari decententemente "Symbolic"......

sabato 25 aprile 2009

Doom, Grigliate,Parenti

Molte cose da dire in un post solo!...ah ah

Consideriamolo come un piccolo sunto di due giorni piacevoli!

Ieri come ogni venerdì in cui ne abbia la possibilità mi sono recato a casa di Nycto per il consueto pomeriggio di Doom/Jam/Brainstorming. Una scusa per attaccare gli ampli da 10 w e suonare i nostri pezzi, e un utile momento di "gioco e musica" da cui spesso sono natti ottimi spunti per la band. Nel raro filmato che vi propongo ammirerete Nycto in persona che suona alcuni riff nuovi, la sua tastiera (con cui compone brani ambiente ) la mia pedaliera Zoom con annesso portatile per registrare...e il teschio di Gino...il simpatico bambino-morto che giocava (dico giocava) nel cortile con un pallone...poi ha smesso........




video



Oggi invece in occasione del mio onomastico mi sono gustato un grigliata con mia nonna e mio padre (la stessa nonna che porto a fare la spesa)....sorvolando sulla colonna sonora della giornata (Pooh, Pino Daniele, Salsa.....ecc.) è stato un buonissimo inizio di giornata!

Nel primo contributo visivo potrette ammirare:

-In sottofondo i Saxon dall'album "Lionheart"
-Mia nonna che mi appalta lavori da inbianchino
-Il tetro individuo con camice che maneggia pezzi crudi di carne è mio padre
-Le foto degli antenati..a partire da sinistra il nipote di mio nonno(motociclista e decoratore di interni morto a 20 anni), Il mio Bis-Nonno, Le medaglie del mio Bis-Nonno di quando era carabiniere nella Grande Guerra(non abbiamo capito però se era Granatiere, Corazziere o Attendente del Re!) VIVA L'ESERCITO VIVA IL RE!

video

A questo punto...mi viene imposto di togliere i Saxon.....e mentre la bracie prende come si deve si carica la griglia con le prime "munizioni"....i Pooh ululano dalla radio mentre mio cugino....dopo avre ascoltato gli Slayer due ore...accende i Kawasaki e si prepara a "scappare" prima che lo si coinvolga nella grigliata....un pranzo generoso (costate e pollo + bruschette)..con tanto di pasticcini e moscato sul finale!



Ora sono pronto per il pomerriggio allo svacco più totalte per le vie di Vercelli.

A volte la serenità di queste giornate vale mille "Viandanti di Nebbia" video

giovedì 23 aprile 2009

Just an Ordinary Entry

Ieri mattina sfruttando il sole (tanto agognato sole)...ho forzato il mio flebile corpicino ad muoversi...
Quindi indossati i "pantaloni tattici da corsa" e la maglietta smanicata "tamarro 100%" sono partito!
Già........hm su 40 minuti di effettiva attività.....35 sono stati di camminata veloce/pietoso arrancare e ben 5 MINUTI! (non consecutivi) di corsetta! Non male....vediamo come me la cavo domani! Un poco per volta no!? Nessuno suona gli assoli di Malmsteen il primo giorno di chitarra.....

Un poco mi sento ridicolo...da anni va avanti questo tira e molla con le attività ginniche iniziate e lasciate a metà....può però darsi che questo sia un buon momento per forgiare una nuova costanza!
Infondo è già da un mesetto che faccio mattina pomeriggio e sera qualche serie di piegamenti e addominali.....prego per la costanza nei miei intenti......

E poi persino Nycto mi ha chiesto se andavamo a correre insieme, sarebbe davvero gradevole sgambettare insieme ansimanti e pallidi...come solo due Doomsters possono essere....gente per cui il massimo dell'attività fisica è fissare la pallida luna assisa in un cielo buio!


{All'ascolto "Chapter II The fallen" dei Cryptal Darkness grandissima band del Doom Death/Gothic fondamentale per Me e Nycto...ovviamente non dimentichiamoci di "Naked She Lay in the snow"}

lunedì 20 aprile 2009

Nyctofilia...non riccordo a che settiman siamo arrivati!

Colonna sonora di questa gelida mattina(è propio il caso di dirlo) i Wolfbrigade!
per gentile ed insistente concessione del bassista Ira...che insieme a Sanzo hanno diluito i mie gusti musicali con pizzichi di Negazione e Disfear....ok!

Ieri prove dei Nyctofilia.
Ormai il lavoro è quasi del tutto terminato, le linee di batteria sono cristallizzate ed ogni operazione di mixing è cosa che non ci riguarda direttamente...almeno per quanto riguarda il promo in lavorazione!

Certo per il futuro dovremo sviluppare un sistema per produrre linee di batteria più che accettabili per la sede live, e vi assicuro che è un problema ENORME...per ora possiamo tirare il fiato un pochino. Nel frattempo è nato un pezzo nuovo sulla base di alcuni giri di accordi di Nycto...anche se credo che il brano finito non durerà 14 minuti come la versione di ieri sera ah ah ah!

E' cmq un brano molto bello, figlio di un diverso approccio al nostro genere e del tutto spontaneo...rieccheggia di Agalloch quà e la e rispecchia una cristallina sincertià nei suoi intenti...una melodia senza artifici che potrebbe andare avanti in eterno!

Ormai insomma i Nyctofilia incorporano lo spirito dei "mainati" Winston Wolf per suonare il più possibile se stessi!Tanto ai riff malati, orbi d'ogni luce e speranza ci penso IO!

venerdì 17 aprile 2009

Gelata Primaverile

Martella "Ruin of Mankind" degli Iskald esce gorgogliante dalle casse...
questa primavera beffarda mi sveglia oggi al freddo, il sole che vedo filtrare dalle finestre pere un pallido scherno autunnale!
Giusto quindi scegliere il gelido Black Metal per queste ore...fra poco forzerò il mio molle corpo a qualche esercizio....già futile fantasma che a turno ogni anno aleggia attorno a me.

Il sogno che anche io possa avere un corpo degno di questo nome oggetto di invidia e lusinga.
La mia illusione è di riuscire ad ottenerlo ah ah ah!
Svolazza febbrile sopra i mie pensieri la notte, gracchia ridendo la mattina quando mi desto grattandomi la pancia (simile ad un vecchio babbuino).

Di follie ne ho una per stagione perchè mutevole è il mio cuore...


Perchè cantare "l'ira del meschino" !?
Futile come sempre.....sogno....

Sogno l'invidia...si....sguardi invidiosi che come deboli flagelli non tangono la mia scorza;
e la lusinga ora lussuriosa ora innocente....ahhhhhh
Armato della più formidabile spada chi non si sentirebbe invincibile?
Coperto da uno scudo robusto e temprato , che dovrei temere dalla vita e dagli altri....
Ecco che il sogno ancora una volta mi guasta la realtà e le forze per attuarla, come il più classico dei maghi.....avendo egli versato ogni goccia del suo potere in ombre ed illusioni....non è che un vecchio storpio fuori dalla sua umida torre alla luce del sole!



Ahi! blog mio! Serkeva ti dice "Hai Fallito!!"
"Sei diventato vile!"

Si è vero....alla fine tutto e finito come sempre.
Come si a non essere fatalisti se si ripercorre sempre il medesimo sentiero, inciampando per gli stessi antichi motivi ogni volta? Cerco nella fantasia e nei pensieri un forza che sia "reale" un cambiamento che sia "tangibile"...cerco ovviamente nel luogo sbagliato.
E' però finita...ormai è più per posa che per altro, il tempo mi ha levigato bene in ciò che sono non cambierò più.

...Quello che mi assilla, il mostro che tira i mie piedi mentre dormo è il paradossale incubo in cui un lampo spezza! la roccia.....sarei libero o distrutto?
Poiché non sono pragmatico e realista come molti miei coetanei non riesco a vivere con serenità la mia natura.....

"..Invecchiado si perde la capacità di sognare, impariamo però ad illuderci e avere paura..."

mercoledì 15 aprile 2009

Per i prelievi di sangue infondo a sinistra terza porta.

Strana esperienza farsi fare un prelievo...
Come sempre strano mi risulta stare tra al gente.

In attesa a decine, chi seduto chi in piedi, alcuni stoicamente eretti nonostante la lunga attesa e poi i soliti polemici, quelli che devono strappare una lamentela sempre e con chiunque!
Santa l'infermiera al banco delle informazioni, sotto i suoi occhi scorre un fiume di genti e malumori, mi chiedo se non si senta tediata alla nausea a volte?

Ma io sono sereno ho il n° 65 ancora 40 e tocca me...

Ecco che un vecchietto seduto con me a terra mi fa strani cenni muti, mi levo le cuffie,
e lo aiuto ad alzarsi presto toccherà a lui. Passa una infermiera niente male e penso di essere ansioso di stendermi sul lettino (ma si la fantasia sia slegata dal reale), poi è il mio turno in placida attesa.......ecco le mie tre provette.....ecco il mio lettino....peccato non è la sexy-infermiera...ouch!

Finito! Fatto!

Posso allontanarmi da tutta questa gente, avvolgermi con la musica come in un mantello e farmi scudo dal disagio....

"Ho fiducia nella umanità ma la gente proprio non la sopporto"

mercoledì 8 aprile 2009

4 Parole

Potrei scrivere di tristezza e monotonia.

Ma visto che non fa bene alimentare simili "spiriti" e in bella vista su questo blog c'è una ben chiara dichiarazione! Fanculo parlerò a ruota libera (cioè scriverò)

"Black Shining Leather" dei Carpatian Forest risuona malvagia nella casa vuota,
mentre in boxer e canottiera rigorosamente neri (ah ah) aspetto che la vasca riempia ben bene di schiuma e acqua bollente!

Infondo se anche sono disoccupato perchè non dovrei godermi la vita (Oh! è appena incominciata "The Swordsmen" la mia preferita). In questi giorni la consueta ansia per il lavoro è sopita dal grattacapo di lavorare sulle linee di batteria dei Nyctofilia, è davvero un lavoraccio, ammetto che essendo del tutto vergine in materia fatico a muovere anche un solo passo...ma ho buone speranze per il futuro...."Grey Skinned Legion" suona che è una meraviglia con la nuova batteria!

Al solito sono un poco rammaricato dai limiti della mia tecnica chitarristica , son però ormai sordi e distanti dolori roba su cui ridere AH AH AH AH

Io passo le giornate a ridere delle sfortune non tanto perchè esse non mi tangono o spaventano...ma perchè ignorarle mi aiuta!...almeno credo.

E' difficile trovare la linea di demarcazione tra auto-stima e presunzione...ma forse meglio essere un presuntuoso illuso..no?Lo dico perchè come tutti con l'arrivo della bella stagione e "l'assotigliamento" degli abiti sento dolere la questione estetica ah ah ah......vana vanità appunto!

E poi a beneficio di chi o cosa esser vanitoso! o meglio....preoccuparsi del proprio aspetto nelle suo molte sfaccettature. Di fatto mi dico sempre io mica devo essere bello o figo per rimorchiare....VERO...però un pochino di orgoglio lo tengo pure io... effimera illusione.

Cmq stò facendo crescere i capelli...tremendamente pentito di averli tagliati l'agosto scorso...ora che poi sono in quella fase di intrattabilità..il mio "complesso di bruttezza" è di fatto ingrandito...ma per spirito di menefreghismo...mi limito a tenerli bagnati e tirati indietro..stile mafioso di quartiere!

(sona passate un paio d'ore finisco di scrivere)

Lentamente apprendo come piangersi addosso non serva poi a molto, e se desideri una cosa la prendi. Non ti lagni e struggi in attesa che altri la prendano per te e te la portino....nonostante tutta l'arte ed il teatro che tu possa infondere nei tuoi "dolori".

Cmq! è ora di suonare la chitarra.....per oggi son stato abbastanza ciarliero

lunedì 30 marzo 2009

Fiele di mattina

Triste...i giorni passano ormai identici tra di loro da tanto di quel tempo che le rare volte in cui un evento spezza la mia routine, vado decisamente in fibrillazione...adagiarsi sul fondo delle propie vite non è una buona cosa!

Scrivere quanto "desidererei che sucedesse la tal cosa", o pregare "che in me sorga la forza di..."...ormai mi sembra un pochino sterile come discorso, il mio corpo e la mia mente hanno ormai finito di crescere, fatto questo che non mi riesce di accettare perchè mi pare un condanna (ma no lo è...è solo la via delle cose).

Come diceva giustamente un mio amico "forse ho vissuto nell'ignoranza beata e ora che le cose sono drammaticamente sotto i miei occhi..."...io inorridisco.

L'idea di continuare a vivere una esistenza che di fatto è incompleta e disfunzionale mi tedia non poco, e quello che sempre mi stupisce non è il doloroso "impatto" con la realtà e con i miei limiti le mie "menomazioni-emotive"...ma il fatto che così doloroso poi non è....l'orrore si palesa come inerte accettazione e sopportazione....nemmeno il duro bastone della vita farà smuovere questo mulo.

Persone a cui non parlerò o che non saluterò per strada, esperienze che lascierò scorrere via sul ciglio della strada per una antica paura che è diventata paralisi.....in fondo poi le scuse sono terminate.

Ma nulla mi smuove nulla mi sprona a cambiare...

Non la solitudine
Non l'imbarazzo
Non l'ansia
Non il desiderio

Nulla come sempre sono un'efficacissima spugna!



Almeno ho qualche "amico" al mio fianco con cui a volte condividere esperienze che altrimenti da solo non vivrei e poter dire anche io di avere un paio di foto ingiallite piene di ricordi....

Non sono le mie pene tali da meritare altari a cui sacrificarsi, o palchi da cui piangendo alla luna essere incorniciati...un poco questo mi frega...la mediocrità di codesta situazione.

La mediocrità di questo tempo scaduto.


Adesso basta così, in piedi ad afrontare il giorno ecco cosa devo fare.
Il sole splende anche sui cimiteri ed il mio in vero è piccolissimo, la dama che amo è altera e sfuggente e pure la vedo prostituta di molti altri...
Ma propio perchè quelli a me simili la amano ancora, lei a volte ci sorride beffarda e glaciale un poco Venere e un poco Morte

Diro una volta il suo nome anche se per piccolo che mi sento ne sarei schiacciato
......Musica.

In questo credo ancora Questo amo e prego In questo vivo

mercoledì 25 marzo 2009

Countless Days of Disgust

Altro colloquio di lavoro...poco soddisfacente.

Grottesco come il mio interlocutore stesse parlando dell'importanza di una buona calligrafia propio mentre gli passavo una scheda compilata a mano con i miei dati....

- E' superfluo aggiungere che io ho una calligrafia a livelli 5^ elementare !!!>

Più tardi ho avuto una tranquilla conversazione telefonica con mia madre, fatto questo davvero strano perchè io e mia madre siamo come fuoco e benzina...
Stranamente sono stato più diplomatico e accondiscendente del solito e ci siamo lasciati con serenità...ancorché l'oggeto del nostro discutere sia in vero preoccupante.

Forse stò finalmente maturando?
O magari ero solo di buon umore e ho preferisto non tirare fuori gli artigli come mio solito!?

Non lo so...Non lo so

Sono sempre meno una persona sana di mente....

(ascoltando l'ultimo dei My Dying Bride....non mi dice nulla!)

lunedì 23 marzo 2009

Agalloch+Dornenreich

Ecco il resoconto di una grande giornata...


Ore 2:28 del 23/03/09

Dopo 440 Km di asfalto, 7 ore di Metal (7 ore in piedi) e un numero incalcolabile di "Dio Càn" e "Vécio"...sono finalmente tornato dal concerto degli Agalloch!!

Da dove comincio.....?

Mentre ci lasciavamo alle spalle Millano in direzione Bergamo , io e Scimmia (mio compagno in questo pellegrinaggio), siamo rimasti affascinati dalle colline...verdi colline (o monti) e la valle che si stendeva sotto di noi verde Anch'Essa, una vista amena per noi uomini di risaie e pianura;
Lonate poi parso un posticino proprio bello con uno o due edifici splendidi, tanto chè guardandoci io scimmia ci siamo detti "Telefona a casa! noi restiamo qui ah ah ah".

Il locale (Il Covo Antico)è situato in una zona industriale, una ampio capannone che ospitata al suo interno il vero e proprio "Old Den", anche se ancora essenziale a causa dei lavori da finire, un buonissimo locale a mio giudizio, con un ampio palco e una discreta zona pub, uno staff gentile e all mano e la promessa di crescere, la certezza che un rifugio per gli manti del metal c'è!

Dalle 16.30 alle 23.50 si sono alternate diverse bands (nostrane e non) di cui Agalloch e Dornenreich sono state la punta di diamante...complimentandomi naturalmente con ogni band faccio qualche appunto eh eh eh...

Premio "nostalgia e Trvesimo" alla band "Trve Norwegian Blackstar" (di cui non ricordo ora il nome) tutti face-paint/sangue/torsi nudi e punte...bei vecchi tempi.
Schiaffo morale da me subito a causa degli Echo...che a vederli sul palco non gli davo una lira bucata e invece Dio càn hanno dimostrato anima e coglioni...bravi.

E qui ci stà la pausa con un filmatino di metà concerto...che imbarazzo.



video

I Meli...che non saprei descrivervi..erano di certo il momento più "soft della serata" ma sono cmq riusciti a catalizzare la mia attenzione e meritarsi il rimpianto di aver finito i soldi con la T-shirt e CD dei Dornenreich....sob!
Il duo tedesco.....mi ha ipnotizzato....stendardi sul palco a trasformare il consueto contesto di cavi e ampli in una scenografia bianco e nera, il chitarrista e cantate...uomo inquietante e teatrale, il violinista dala perenne espressione serena, posato e di contrasto rispetto al collega , ma capace di alternare dolci melodie a fulmine scoccate in punta di archetto...ecco un gruppo da CUI APPRENDERE LA GRANDE ARTE.

In un primo momento gli Agalloch mi hanno spiazzato, quasi deluso(forse la stanchezza della giornata mi stava già logorando). Ma fortunatamente dovevano solo rompere il ghiaccio con il loro primo pubblico italiano e poi è stato FOTONICO (per usare le parole di Scimmia).
Tutti quanti i membri della band mi hanno stupito e non dimenticherò facilmente il chitarrista con le sue espressioni e la frenetica tensione dei suoi gesti, o il bassista con quel suo collo da toro e quell'unico fiero gesto di alzare la mano a cui tutto il pubblico a fatto eco con il suo boato....
Potenti....preda dell'estasi...veloci....che concerto..che band!

video

E così si fa ora di tornare, due ore di autostrada sono tantine....ma i The Cure faranno buona guardia mentre guido....intanto Alex mangia bucaneve delle Doria.....

giovedì 19 marzo 2009

Ore 00:33

{Camminare veloci per le strade deserte, inseguiti dalle proprie ombre e nulla più...}

Strana serata.
Spesa a passeggiare fino alla mezza, camminando in silenzio mentre due vecchi compagni di banco rivivono le passate gesta...
Goliardia e umiliazione, ribellione e rimpianto.

{... nel'eco di un passo affrettato il destino è una svolta sotto un lampione}

mercoledì 18 marzo 2009

Fossi Figo

Ieri è stata una bellissima giornata (al meno per quanto concerne il meteo).

E' stata una giornata vissuta differentemente dal solito, giusto un pochino...
dovevo fare alcuni colloqui di lavoro e così mi son vestito al meglio delle mie possibilità in maniera "decente" (potremmo anche dire elegante). Non so se era per le scarpe nuove di pelle (comprate appositamente per occasioni speciali) e per l'aria frizzante ma gradevole, fatto sta che per tutto il giorno ho avuto l'impressione di muovermi con un certa qual disinvoltura ah ah ah
Giocherellando con il giubbotto di pelle sulla spalla e accendendomi una sigaretta con lo zippo, si potrebbe dire che mi sia divertito a "fare il figo"...ancorché di figo non ci sia nulla in me.

Ma sono state ore divertenti..chissà con un di palle in più mi sarei concesso di guardare in faccia qualche ragazza......hm magari fra 80 anni.

lunedì 16 marzo 2009

Anar - Ra - Helios - Sun - Kai - Sol Invictvs

E' una bella mattina.

La luce che filtra dalla finestra empiendo la mia camera, riflettendosi sulla mia coperta rossa tinge di cremesi la vicina parete... se tendo l'orecchio oltre il monotono lamento del mio Pc posso sentire piccoli zampettanti cinguettii.

E' mattina cosa altro può fare uno come me se non constatare l'ovvio!

Ma arrivo in ritardo, come la polizia sul luogo di un delitto trova il cadavere ormai freddo, così ho davvero poche fredde idee...brandelli morti di pensieri.

Giorni fa scrissi una lettera ad una amica....ma non l'ho mai mandata via e-mail; è rimasta sul mio comodino a fare la muffa imbarazzandomi ad ogni sguardo, scritta di getto una notte sull'onda di un innocente impulso m'è sembrata il mattino dopo sempre più inutile ed invasiva...
C'è di male a voler tenere i contatti con una persona cara? No
Eppure mi sento sempre di troppo, superfluo...inssoma tra le palle.
In fondoegoisticamente per scontato che il mio intervenire in un discorso, in una situazione , il mero interessarmi a qualcuno o qualcosa...rappresenti un vincolo, un impegno una indiscrezione.

Scellerata mia tara mentale che peggiora di anno in anno.

Eppure la formula per una vita serena mi sembra chiara, " vivi per la tua felicità"
semplice in fondo.....peccato che il Mio Dio sia cosi manchevole è privo di nerbo.

Ma le E-mail non scritte, le cose non dette e le persone non conosciute....sono manciate di terra che da anni accumulo su di me, per seppellirmi con lenta pazienza e perizia inesorabile.

A questo aggiungo un periodo di scarsa soddisfazione come un musicista...e quel dannato fischio all' orecchio Dx....che adesso a due anni da che s'è manifestato comincia ad instillarmi un di sana paura...

Cinguettano però gli zampettanti amici... cosa pesa sui loro animi?
Nulla davvero nulla...ed il sole ci inonda ugualmente anche se maledetti-da-se!

Allora scrolliamoci di dosso i freddi pensieri...ballerò al sole fiche mi reggeranno le gambe.

lunedì 9 marzo 2009

Nyctofilia: Week 4

Quarta Domenica conclusa per la lavorazione del promo!

Come aveva vaticinato il saggio Andrea(Ira)....la lavorazione della batteria di Grey Skinned Legion è stata rapidissima. Di fatti il brano (della durata complessiva di 5 minuti e 30 secondi) si regge su pochi dilatati riff in cui la suoni ed atmosfere molto tetri restano in sospensione per "brevi eternità"; e ovvio che la batteria debba essere puntuale ma ridotta al minimo! e gran parte del lavoro va fatto su piatti, timpani e cassa...con le ovvie modifiche e aggiunte di effetti.
Ancora una volta il retaggio della precedente incarnazione di Grey impone certi fondamentali "nodi" in cui batteria e basso si intersecano, e nuovamente restiamo sorpresi dal plumbeo tono che un riff acquista quando ogni elemento che lo compone è portato all'essenziale.

In fine va detto che con il riff conclusivo (dotato davvero di vita propria) firmiamo un brano veramente rappresentativo....

Prossimo lavoro:

-Ottimizzazione ed equalizzazione dei suoni di batteria
- Prove pratiche con la nuova linea ritmica
- Studio ed aggiunta di FX, voci e suoni

sabato 7 marzo 2009

Duomi e Samurai

Sveglia alle 8.00 puntuale (peccato essermi coricato alle 4.30!)

Si va ha in quel di Milano alla mostra dei Samurai (freme il mio sopito spirito di Judoca e Nippofilo), tutto il singolare "nucleo famigliare" di cui faccio parte...Mia Madre, la nipotina Angelica, mia sorella ed il suo compagno...io (il cane nero) e il cane quello vero no! lui resta a casa.

Scomodo il viaggio in treno
Ci vomita la carozza in mezzo allo sterminato calpestio della stazzione centrale, giusto il tempo di ammirrare gli ormai ultimati lavori di "restauro" che rendono giustizia al monumentale edificio e fanno sentire quest'uomo delle risaie picollissimo.
Giù nelle visscere della città facendo la guardia (come un cane) al greggie famigliare, con un occhio di tenerezza alla pecorella piccola e samrrita tra i due genitori e un falsissimo sgardo "Duro" agli sciacalli, lupi e volpi della animalesca cittadina...
Quasi ci si dimenticherebbe del sole e del cielo zigzagando tra linee e binari quand'ecco una scalinata illuminata dal sole..aria frizzante ed un triangolino di azzuro indicano la fine dei tunnel!

Il gruppo lentamente ascende scoprendo uno scalino per volta il Duomo di Milano...

Io nanche l'ho avevo mai visto...quell'immediato ampio spazzio ed il magnifico edificio a catalizzare l'occhio, un piccolo tuffo al cuore per una banale nuova emozione...anche i cani da guardia restano a bocca aperta.

Ma il Giappone ci chiama con forza!!! BANZAI

La mostra se pur preve è bellissima!

Incentrata unicamente sulle armature dei samurai, questi demoni da indossare in battaglia laccati di rosso e nero e azzuro ed oro, in ferro, legno e stoffa...gli elmi ornati di simboli più ed i motivi più vari; dalle conciglie ai Draghi per passare alle poesie dipinte sugli elmi e le bardature per trasformare un fiero destriero in in terribile incubo degno di un corsiero degli inferi!

Vi è una esigua esposizione di Katane (al dilà di doverose e più specifiche classificazioni delle stesse), e una evitabile ma contestuale sala dedicata ai vari Gundam, Ufo Robot e simili...di cui e chiara l'ispirazione alle tradizionali armature samurai.

Non ho molte parole per descrivere quanto mi abbia colpito la mostra...

Basti dire che di fronte alla prima armatura mi sono levato il cappello e fino a quando non siamo usciti...e che la bellezza, la fierezza....l'innocienza di quello che ho visto mi ha commosso.

mercoledì 4 marzo 2009

Miasmi

Ho sbagliato...

Dovevo comprende che i miei pensieri andavo custoditi per me solo, invece di lasciarli sgorgare acidi dalla mia bocca.

Avrei dovuto conservare un serena imperturbabilità per la buona pace di tutti quanti;
invece ho portato discordia e dissonanza.

Perchè incapace di cambiare per gli altri.....e perchè poi dovrei!?
Perchè insensibile agli altri....tale è la mia indole.
Il problema sono io
Ma IO non cambio, non cambierò per nulla al mondo..lo so è la mia grande lacuna.

Vedremo dove si andrà a parare.

Finirà male? o le cose si aggiusteranno?
Non so davvero...si raccoglie ciò che si semina.

lunedì 2 marzo 2009

Nyctofilia: Demo Week 3

Ebbene...terza settimana di lavoro per il sofferto (è propino il caso di dirlo) demo dei Nyctofilia.

La scelta dei brani non è stata particolarmente sofferta, dopo un breve "brainstorming" è risultato chiaro che al momento "Doleo Ergo Sum" e "Grey Skinned Legion" sono le canzoni più complete del nostro repertorio, ovvero esprimono uno stile ed delle atmosfere omogenee tra di loro e non presentano punti deboli (tali da scadere la qualità).

Naturalmente riscrivere da capo le linee di batteria è un lavoro assai lungo e tedioso, non è facile fare tabula rasa della precedente linea di batteria (soprattutto la dove le corrette accentuazioni tra basso e batteria hanno un ruolo centrale); fortunatamente Doleo non ha richiesto alcun tipo di riscrittura delle linee di chitarra ma solo un intenso e certosino "montaggio" di una batteria che assicurasse atmosfera e impatto...
Molto importante è stato giocare sui "vuoti" della sezione ritmica tesi a enfatizzare i riff dilatati delle due chitarre, e intrigante è l'ultimo tratto della canzone in cui ad una linea di chitarra molto aggressiva e dinamica fa da contrasto una batteria vuota e cadenzata...
La verifica finale sulla bontà del pezzo è stato il suonarla un paio di volte, è stato come indossare della scarpe nuove ma calzava tutto a pennello!

Ora si parla di lavorare su "Grey Skinned Legion".

Una frettolosa analisi a individuato la debolezza del brano...troppo breve e troppo veloce.
Rallentare i bpm ed uniformare i vari riff ad un unica velocità ha ridato vita al brano, ora Grey suona come un cupo trascinarsi senza speranza verso un terribile e lento destino....DOOM ON!

Alla prossima settimana la faticosa stesura della batteria e un po di lavoro sul logo della band.

venerdì 27 febbraio 2009

Tombini

Esco dalla macchina appena parcheggiata....pluff!

Le chiavi dell macchina CADONO IN UN TOMBINO, affondano senza possibilità di salvezza in un mare di merda. Trascino a fatica la grate in ghisa quel tanto che basta per sondare con una vanga il fondo melmoso del tombino....nulla!

Le chiavi sono perdute.......non vale la pena di bestemmiare.

Il cane di mia sorella abbaia lagnante mentre la stanchezza della giornata, uno stato di scazzo latente (residuo della serata di ieri) e le recentissime sfortune si amalgamano in un denso pus di frustrazione......nel frattempo il fedele acufene "spiffera nel mio orecchio sinistro".

... E mi chiedo com ancora non sia impazzito del tutto.


Per fortuna mia madre a ritrovato in casa sua una copia delle chiavi....


E dire che dopo il concerto di ieri volevo scrivere ancora una volta quanto mi senta insoddisfatto come chitarrista, tessendo in drammatica foggia un arazzo che intorno ai fatidici 16/4 a 90 Bpm.
Ah Ah Ah......

domenica 22 febbraio 2009

....Ho fatto un sogno e lo ricordo!


Peccato era un sogno molto standard...il solito sogno con super-poteri,
volare,controllo della materia e degli elementi....
Insomma nulla di misterioso e fortemente simbolico solo io che gioco a fare l'X-Man!!!
Sono però questi i sogni che preferisco, la mattina mi lascino pieno di buon umore ed energia come se un lontano alone di quei "poteri" ancora turbinasse dentro di me.

martedì 17 febbraio 2009

Il poster del ragazzino

Ieri ho comprato l'ultimo numero del mio mensil di musica preferito (dico ultimo perchè se non trovo lavoro non avrò nanche i soldi per quello). Apertolo ho trovato con gioia un poster degli Amon Amarth...e visto che io 15 anni non li ho mai avuti.

L'ho appeso sulla mia parete!

Ogni tanto passo e lo guardo....potrei pensare di essere ormai fuori da ogni salvezza,
ma guardo quell'omaccione barbuto sotta la scritta Amon Amarth e mi dico

"SI cazzo! Si Cazzo! Il mio Fottutissimo primo poster!!!"

Questa mattina ho 15 anni e sono felice... non esiste il lavoro...non esistono i patemi d'animo...il cielo e sereno...l'interoggazione di letteratura italiano la posso fare ad occhi chiusi. e poi dopo la scuola vado a provare con la band

lunedì 16 febbraio 2009

Amore per la notte

Ho mai parlato dei Doom:VS ?

Ebbene sono il progetto solista di Johan Ericson, già chitarra dei Draconian.
Possiedo copia originale di "Aeturnus Vale"..magistrale espressione di un funeral doom raffinato, sognante ed orrifico al tempo stesso. Perdersi nelle sue visioni è molto facile....e citarne le frasi come mantra buddisti troppo comodo (cito su tutte la mia preferita)

"I try so hard to become human, but all I feel is Regret
Inside this empty shell we're all so afraid of what we've become"

Oggi ascolto questo album nel reiterato tentativo di coglierne la giusta chiave di lettura come compositore, impresa giustamente lontanissima dalle mie possibilità....

Il fato è che io suono in un gruppo Doom...

Quanta importanza ha questo gruppo per me! Che cosa ho venduto per il gruppo (porzioni di anima qua e la!) quanti ho abbandonato. A volte ho dei rimpianti ma sono poca cosa...
Io AMO la musica io voglio ESSERE musica.....sono gli unici momenti di vera estasi.

Be..recentemente abbiamo allontanato il batterista, con il quale non eravamo in assoluta sintonia per quanto concerne il modo-di-essere-in-una-band. Pur tentando di gestire questo allontanamento nel più armonioso dei modi...vi sono comunque tensioni e "zone di gelo".
Ma i tre superstiti (Basso, Voce/Chitarra, Voce/Chitarra) non vogliono fermarsi, non possono fermarsi perchè vorrebbe dire morire; e allora si punta a registrare un demo di due traccie senza un batterista (non c'è tempo per cercarlo) appoggiandosi ai potenti mezzi dell'informatica, per giungere in studio di registrazione con una linea di batteria funzionale alla musica composta(operazione che difetta esclude iniziativa artistica da parte di un batterista).

Ma non è facile...ieri ci siamo spaccati il cervello sul primo brano per ben tre ore ottenendo circa metà batteria "accettabile".

...Il futuro dopo il demo è incerto e rischioso, ma si fa strada l'ipotesi di usare poi sempre una drum machine anche in sede live.

Io spero , prego di avere la forza ed il genio per dare tutto il possibile ai Nyctofilia (che bello scrivere finalmente un nome!!) per vederli in piedi FINALMENTE!

La paura del fallimento, dell'inadeguatezza...simile e pur dissimile da quella della mia vita "sociale".

Ho però un vantaggio una "compagna" a sei corde non so se mi abbia mai voluto bene...ma Dio sa quanto la amo....

mercoledì 11 febbraio 2009

Oggi ero a passeggio...

Oggi ho fatto quattro passi per il centro, ho sbrigato un paio di commissioni.

Il cielo terso e sgombro da nubi, nemmeno la più piccola traccia di quel opaco velo che è lo smog...
Lo sguardo poteva spingersi fino alle montagne e, per gli occhi più penetranti, scovare a mezza strada tra la terra ed il cielo il santuario di Oropa.
Il mio fedele lettore mp3 inocula generosamente i Septic Flesh nelle mie orecchie mentre ad ampie falcate calpesto il marciapiede...
Non si potrebbe essere più tamarri!

I miei logori anfibi neri, i jeans grigio scuro, il giubbotto di pelle largo sulle spalle e un paio di guantini di finto pelle neri presi da un negozio cinese.

L'ho sempre detto, tanto per sentirsi a disagio comunque... meglio divertirsi e fare i tamarri.
Mi spiace solo per i capelli..quelli per tornare lunghi richiederanno qualche stagione.


Ho sempre creduto che indossando il "costume" da metallaro, conciandosi i modi del tutto trascurabili, si guadagnasse quel tanto di fiducia in se atto a vivere più sereni;
così non è per me, pare propino che i miei difetti non lascino scappatoia.

Poca cosa in queste belle giornate di tardo inverno...

martedì 10 febbraio 2009

Ed il tarlo ruppe la maschera...

C'è un tarlo che mi gira nella testa,
Rode con denti minuscoli i miei pensieri,
Scuote beffardo la mia quiete.


Questa cosa del' blog "anonimo" nasce dal pudore che ho dei mie pensieri e dalla vergogna che provo di me stesso. Temendo che quanti mi conoscono realmente (cioè di persona) potessero leggere quelli che sono a volte pensieri intimi e infantili, nell'ansia di offenderli o vedermi deriso per quelli che volte è il mio assurdo consiglio , ho creato una identità fittizia ed un blog "nascosto".

Pensavo che da dietro un maschera certe cose si potessero dire......così non è stato

Ho sperato che forte di questo "costume" sarebbe emerso un ben altro carattere......no non pervenuto.

Insomma a nulla è servito.....

E poi quando si scrive un blog....il minimo è desiderare che sia letto.
Quanta presunzione da parte di chi scrive un diario segreto sperando che qualcuno lo legga!!!!

E questo tarlo mi dice.....FAI OUTING!! -OI! Tarlo OFFENDI!? mica sono Gay!?-
No il tarlo dice.....getta la maschera -Si ma poi se chi mi conosce lo scopre?-

Ma qui ho il truschino adatto...

Io esisto in due mondi che non si tangono mai, o se lo fanno è solo unilateralmente.

La realtà fatta di persone che vivono nella mia medesima città, amici musicisti, colleghi ecc.

La realtà della rete fatta di persone distanti nello spazio....mi si conceda il cinismo offendersi tramite forum non è come farlo davanti al pub in cui si esce.

Credo sia possibile gettare in parte la maschera di ID........mi sentirei meglio sapendo che chi legge sa chi sono "almeno nella rete". E magari sarà una deludente identità però almeno onesta, a contatto con altri simili...si si può fare.


Allora Cambiamo un po' di cose......

Oggi non splende il sole...questo però non rende meno luminoso questo giorno.

domenica 8 febbraio 2009

Alcune news

...Alla fine ID non ha dovuto fare il boia con il povero batterista.

Con il fondatore del gruppo abbiamo parlato con franchezza (ed un poco tristi) sorseggiando un pessimo whisky e fumando come dei turchi, discutendo della raggiunta incopatibilità di stili e prospettive senza farne una tragedia.
La band probabilmente proseguirà senza un batterista col solo ausilio di una drummachine....



Un paio di giorni fa tornando in treno mi sono nuovamente lasciato trasportare dai miei "sogni", e ancora una volta ho vissuto (nella mia mente) quelle esperienze che invece dovrei cercare di esperire nella realtà...Probabilmente questo è il mio problema vivo nella mia testa lasciando che il corpo si trascini. Costante di questi miei "viaggi" è una figura femminile a me coeva, fallibilissima e fragile e contorta quanto io mi credo d'essere...ed un rapporto di fiera e tenera reciprocità, propio di due esseri che conpensino con la vicinanza le rispettive storture.In questi miei sogni però lei fin troppo bella per un come me, ed io fin troppo deciso e solido...si parla insomma propio di fantasie che sprecano la realtà anticipandola e svilendola.


Ultimamente valutavo sulla possibilità di unire questo mio blog ad altro, abbandonare ID ed essere sempre il solito...tanto è chiaro che nemmeno questo vile trucco m'ha aiutato...
Vi rifletterò ancora perchè sovente reintegrare due personalità e traumatico e non privo di rischi.

Fuori splende il sole, per contrasto in questa mia dimora fa decisamente troppo freddo...

mercoledì 4 febbraio 2009

Una nave verso i ricordi?

Era da tempo che volevo tracciare un ipotetico profilo della mia vita sentimentale, non c'è mai molto tempo per riflettere...poi ultimamente è davvero un periodo di merda.

CMQ!(facciamoci forza)

-Con la mente simile ad una nave mi dirigo verso il passato, un mare distante da cui spirano venti antichi e contrari, è l'anima a gonfiare le vele a questo veliero spingendosi la dove crede vi fu gioia.-

Ricordo un bimbetto irrequieto e alquanto comune, uno di quei tanti ranocchietti che affollano saltellanti parchi giochi e scuole, aveva alcuni buoni amici e un congruo numero di nemici in quel'età felice in cui il tempo non ha ragione perchè il passato non esiste e il futuro è davvero "cosa a venire", la sua vita era un turbinio spensierato che nulla turbava o interrompeva.

-Ma ecco le acque farsi burrascose tenere la barra in questo mare è cosa tosta!-

Un dì alla classe fu introdotta una nuova allieva e per qualche motivo che non ricordo più ella era diversa, ogni aspetto di quella creatura era incantevole ed unico, la sua voce , i suoi gesti il suo sguardo. Non sobbalzava forse il mio cuore in sua presenza ?
No so non so più....

-Ecco le acque si calmano il vento mi culla ora dolcemente-

Passò del tempo...quel bimbetto crebbe anche se di poco e il suo corpo cominciava ad assumere connotati degni di burla e mai di lusinga, mentre un fastidioso carattere andava in lui forgiandosi e attecchiva una malerba che lo avrebbe reso pauroso anche solo di un'ombra ed un sogno.
Non parlava molto con gli altri suoi compagni (salvo un paio di amici) con cui sempre meno aveva a che spartire, non capiva i loro atteggiamenti "nuovi" e nel mezzo di una rivoluzione ecco che si trovava smarrito; apprese a tenere altrove lo sguardo quando guardava una sua compagna, bastava anche un istante e quegli occhi lo schiacciavano a terra spoglio di ogni difesa, dignità e forza...pervaso da un calore che non sapeva più spiegare.

-Nuovamente ulula la tempesta, son voci di donna quelle che odo? le Furie mi deridono mentre arranco tra i flutti-


Anni passarono ed il fanciullo divenne ragazzo e poi quasi uomo, cresciuto nell'ignoranza dei sentimenti e dei palpiti ferini che ancora gli turbinavano nella testa, nel corpo e poi nell' animo.
Prigioniero delle sue paure, ostaggio del suo sembiante, apostata in terra consacrata e ligio al suo nuovo ruolo di spregiatore della vita e dell'amore, affilando ironia e cinismo da rivolgere al mondo e poi contro se stesso. Ebbe modo di redimersi? Si, segni giunsero in suo soccorso e forse anche angeli per sorreggerlo, lui però fu buon allievo della sua cattiveria e con un riso li scacciò tutti.
Solo.


-Salvo! Terra! Casa! Fredda e famigliare dimora non voglio sentire più il ponte scricchiolante sotto lo stivale, il vento libero e selvaggio ridere tra i miei capelli...non voglio più vedere le brume a me dinnanzi...la paura mi spezzerebbe-

venerdì 30 gennaio 2009

Nebbia

Le strade sono deserte e immersa nella nebbia che segue il crepuscolo la città è un non-luogo.
Esiste, perchè innegabilmente ti circonda e racchiude, eppure nei suoni ovattati e nelle ombre lattiginose a stento riconosci la sua sostanza.




sabato 24 gennaio 2009

Lingue e Batteristi

Ho visto un concerto delle Cherry Lips


Godibilissima esibizione di queste ragazze(o ragazzine) disinvolte quanto basta sul palco e con i loro strumenti. Su tutte la migliore è la solista davvero un gran bel tocco sulla sua chitarra!

Ammetto di essere rimasto un poco deluso o forse dovrei dire disatteso quando le ho viste, i di fatti mi aspettavo una band di "donne", mi si passi il termine donna come simbolico di maturità e presenza scenica, invece a me sembravano proprio delle giovincielle.
Come molti mi aspettavo delle strafighe allucinanti....

Questo però non toglie nulla alla loro performance....anzi

La cantante su tutte dimostrava una carica di sensualità che m'ha sorpreso (e ha lasciato gli altri al tavolo più o meno arrapati) e la complicità sul palco tra le ragazze amplificava tale carica , il tutto sommato a brani veramente godibili a davvero vinto la mia simpatia.

....Ah! che bile che mi sale in bocca io che stò a fare la muffa in sala prove da quando avevo 19 anni!


Ma nel titolo parlo anche di batteristi....


Forse è nuovamente ora che ID indossi il cappuccio del Boia e faccia saltare la testa a qualcuno.
Del resto una band è fatta per suonare non per passare i fine settimana a "fingere di suonare", mi pesa solo il dover affrontare nuovamente l'iter di discorsi e dibatti e verità a mezzo dette, per giungere ad una conclusione che anche nei casi più rilassati lascia dispiaceri e rancori.

Però da fare...questo lo credo fermamente!

Se suono in una band (se lo desidero per davvero) il mio scopo è che la band funzioni,
non che tutti siano felici e amici come in una parodia di orsetti gommosi!

Alle prossime prove se ne discuterà.

giovedì 22 gennaio 2009

Fisso la polvere

Al solito la mattina mi coglie sconvolto con al mio fianco un fagotto gemente...una nuova "piccola verità".

Questa volta è una considerazione sul crescere e maturare...

Un nostro amico di recente ha preso a corteggiare un ragazza che è già madre, e non fosse per il fatto che è più giovane di me la direi Donna, non già ragazza.
Temendo che il nostro amico non comprenda a pieno che "una storia seria" soprattuto in questo caso è qualcosa a cui non è pronto, ci siamo tutti gettati in suo soccorso con consigli e pareri e quant'altro; altri hanno assunto un più pragmatico atteggiamento di distacco "é libero di fare quello che vuole ormai è adulto", mentre uno di noi addirittura grida al pericolo e al danno "PENSATE AL BAMBINO".....

Sorvolando su ciò che il nostro amico innamorato debba fare riporto ciò che gli ho detto io

"Ricorda che questa volta è diverso si tratta di crescere, di smettere di essere ragazzi e diventare uomini"

Parere certamente opinabile, ma ID ama i grandi bivi in mezzo a scure foreste e valli nascoste tra i monti che si aprono improvvisamente al viandante.

Però in questo leggo un segno delle cose che cambiano, delle persone che "crescono" stemperando il loro animo e gettandosi alle spalle la polvere di ieri svaniscono ai miei occhi...

...Lasciandomi mendicante per strada a fissare cumuli di polvere....

Perché è cosi che mi sento quanto il tempo muove lento uno dei suoi ingranaggi simile a macigno.

mi sento lasciato indietro, storpiato da una qualche misteriosa infermità...

sabato 17 gennaio 2009

Lato Scuro

{Questo è mezzo post..solo la parte negativa, l'altra so ben io dove è già scriverla}


...Ma la mattina sfiorisce presto in mezzo ai palazzi di una metropoli ostile,
la neve delle campagne è tinta d'oro dal sole ed che non posso vederla serbo ancora il ricordo del suo pallido arrossire all'alba.

...Gettato in un mondo che non mi appartiene per nulla, bugiardo e spia, infiltrato e ladro...

Sembro reggere bene al principio, ognuno è preso da ciò che succede, più o meno intento a seguire o ignorare parole e gesti di chi parla, io da buon bugiardo sono impeccabilmente attento e scrupoloso nel mio lavoro, non voglio aver tempo di pensare a dove sono e cosa sto facendo.

Quando è l'ora di fermarsi per mangiare sguscio via simile ad un'ombra a cercar rifugio in qualche anfratto da poco, consumo il mio pasto freddo ed in silenzio e nel medesimo freddo silenzio cammino per la metropoli aliena pronto per affrontare l'ultima parte della giornata.

Ancora in mezzo a estranei, non è ma mia gente , non sono loro amico, è veloce e sorprendentemente indolore, il trucco ha funzionato ora posso tornare a casa ed essere nuovamente me stesso.

NO proprio sulla via del ritorno quando stanchezza e sollievo sciolgono ogni cautela sono scoperto.

Che livore! Che Rabbia! Che umiliazione! ad arrampicarmi sui specchi in frantumi a lacerarmi l'ego. Già a me che vivo solo di questo mio ego le umiliazioni anche più piccole dolgono come torture...non ho altro e altro mai ho cercato.

La sera sarà pure più squallida.

Ho però il ricordo della mattina...quanto amore in quell'istante in cui per una volta ID è stato altro anche se solo nel suo piccolo animo rattrappito..il ricordo basta per chi vive di rancori e rimpianti..il ricordo basta.

(Ascoltando "Disintegration" dei The Cure davvero da ascoltare tutto.)

martedì 13 gennaio 2009

Storie di Coppia

Buffo essere un musicista con poca fiducia di se ma molta "sete di gloria"...

Si attraversano una quantità di stati emotivi spesso contrastanti perchè si ama così tanto la propia "arte".Ogni minima cosa che possa toccarci è motrice di un tumulto, il commento di un amico , l'esibizione di un collega, la stesura di un nuovo brano...
Penso quindi a questa suscettibile irrequietezza e mi giudico ancora immaturo come musicista, incapace di gettarsi fiducioso del vuoto perchè teme di non avere ali abbastanza robuste;
Non credo di conoscere molto musicisti "maturi" tra quelli che frequento, oh certo molti sono estremamente sicuri di se oltri i limiti di una salubre umiltà, altri ancora non desiderano davvero Essere musicisti e limitano la loro incursione nella musica ad un semplice passatempo...

E' buffo ma non avendo mai conosciuto l'amore e l'innamorarsi con tutti i mal di panica e sacrifici annessi , mi vien da pensare che davvero la mia amata è la chitarra e il nostro amor è la musica,
così che tutti questi sussulti del mio cuore e profonde tenebre in cui precipito a volte salvo poi risalire sopra le nubi, siano i patimenti di un timido amore per una donna a volte ritrosa che davvero non so come prendere per il verso giusto.

Ieri però non è andata così male, e discutendo con l'altro chitarrista del gruppo doom ci siamo dati un poco di conforto a vicenda rinsaldano i reciproci voti.

sabato 10 gennaio 2009

Vitae

Attualmente sono preda dell' influenza, mortalmente fiacco, infreddolito e stordito.

E forse il motivo è che ieri ho fatto un giro di consegne di curriculum, beccandomi tutto il freddo di cui queste gelide mattinate sono capaci. Già non bastava la neve dei giorni scorsi a rompere le balle, ora che durante il giorno fonde al tiepido sole e congela la notte trasformando la città in una palude di ghiaccio...e dandomi l'impressione di essere un pesce servito al banco freschi!

Scoraggiante come sempre la ricerca di un lavoro ma la mattinata ha avuto una nostalgica conclusione; io ed il mio amico siamo andati ad aspettare il suo figlioccio all'uscita dal liceo...
Eh Eh Eh che piacevole ed agrodolce sensazione mentre aspettavamo che suonasse la campanella e rievocavamo le rispettive gesta scolastiche.

O potrei naturalmente dilungarmi sulla nostalgia che simili ricordi sono capaci di rievocare, potrei lasciarmi sommergere ancora dal solito mare di rimpianti nel rivedere quel ragazzino imbranato che ero e sono tuttora ah ah ah!

Ma no no! la campanella suona ed una torma di ragazzi sciama fuori dal portone principale (fortunello il figlioccio frequenta un liceo classico pieno di gentilissime donzelle) fino ad immergerci.

Mentre questa scena mi riempe gli occhi non posso non sentirmi ancora il medesimo "inferiore" ragazzino con le stesse paure...l'età però stempera i ricordi e la percezione del passato , mi sussurra nell'orecchio un desiderio folle.

"...Prendimi l'anima e riportami a quel tempo ora so..."


Ogni anima ha un prezzo ed il mio si chiama rimorso.

Fortunatamente l'influenza mi ricorda che questa mia "gabbia di carne" in cui risiede l'anima affrante è ancora integra (ancorché malconcia) e del tutto decisa a restare tale.

martedì 6 gennaio 2009

Zucchero a velo

...In questo momento nevica copiosamente, in cuffia un brano dei The Gathering (prima volta che li ascolto) e nessuna voglia di uscire...

Perchè non sia un'altra serata passata fuori ad ingrigire senza nemmeno uno scopo...

Perchè domani anche se sono sempre un disoccupato mi piace svegliarmi cmq verso le otto e gestirmi la mattinata.


Oggi ho svolto gli esercizi di chitarra con fretta e disattenzione, tutto sommato un bene che m'ha risparmiato il consueto livore dovuto a certi costanti errori e limiti esecutivi. Un piccolo gelido barlume di speranza mi viene da un riff su cui mi esercito da circa un mese, si tratta di poche battute di un brano che scrissi quando suonavo black metal...mi alleno appunto con questo riff (come con altri) per forzare nel mio braccio le bassi ritmiche del Black Metal in modo da poterle esprimere però con la più corretta tecnica possibile(ma che frase ingarbugliata!).
Oggi mi crogiolavo un poco nella rinnovata confidenza con la plettrata black, e anche se sono ben lontano dalla velocità o pulizia necessarie per una decente esecuzione sono soddisfatto.

...La neve cade ancora.....nel frattempo sono gli Haggard a rintronarmi i timpani....


Ho quasi finito di leggere "Così Parlo Zarathustra" e non ci stò capendo nulla!
In fondo ce un limite alla quantità di conoscenza che uno può accumulare ed al tempo per farlo, io credo di aver terminato entrambi e ogni giorno che passa trovo questo molto avvilente...

Quand'è che sono diventato un ignorante?
E in che epoca fui colto?


...Cmq la neve cade fitta e farinosa, sapientemente un Dio spolvera il mondo con candidi fiocchi alitando gelida vita nel loro danza ridacchiando beffardo degli uomini che bestemmiano tra una pala di plastica ed un auto che non vuole partire....

E sulle note di "Angel Die" dei The Crow......saluto!