domenica 16 novembre 2008

Rimorsi Contorsionisti

E' successo ancora!

Entri in un locale...
riconosci tra la gente qualcuno che conosci...
i vostri sguardi si incrociano...
è chiaro vi siete a vicenda riconosciuti.

Ma la dove dovrebbe scattare il gesto spontaneo della mano, in quel istante in cui la voce alzandosi nella stanza saluta calorosa...gelo e immobilità.

E allora in fretta si distoglie lo sguardo perchè ormai arrecata offesa, via a fuggire in un cantuccio distante coprendosi le orecchie fingendo che il mondo non esista.

Questo spesso mi succede, non solo è molto scortese nei confronti degli altri ma comincia a preoccuparmi, uno strisciante dubbio che si fa strada dentro di me.

L'effetto poi più terribile è che passo per uno stronzo, un montato, " uno che se la tira " ecc.
quando non è così!.....oppure è così ma non sono ingrado di ammetterlo, il mio più intimo ed egocentrico temperamento è ora abbastanza forte da perforare quello scudo di umiltà che in anni mi sono costruito attorno?

Capisco ora perchè in questo mio anonimato ho scelto di chiamarmi ID...molto ironico da parte di me stesso. Quello che intriga la mia mente è un complesso gioco di intenti che ora vedo snodarsi davanti a me.
Se avessi ancora l'abitudine (come fu per il mio vecchio blog) di scrivere queste cose, queste idee la dove il mio vero nome e la mia identità sono note che effetto ne trarrei? Sarei un abile serpe che si chiude a piangere in solitudine, salvo poi lasciare scivolare i propri lamenti dalla finestra e giù fin nella piazza? O solo un'anima candida che confidandosi con il mondo, ne chieda il perdono come il bambino che rotto il vasetto di conserva si scusi mentre ancora si lecca le dita?

Per il solo fatto di fare simili elucubrazioni credo di non meritare perdono o comprensione.
"Sei abbastanza intelligente per fare sti ragionamenti, sei scemo poi a fare cazzate con gli altri! "


{All'ascoltol'album "From These Wounds" dei Funeral...molto bello!}

1 commento:

Honey ha detto...

spesso è capitato anche a me di avere questo tipo di blocchi e poi, logicamente, di pentirmene.

Ora vorrei darti qualche bel consiglio, proprio come hai fatto tu con me, ma francamente non credo di esserne capace... il fatto è che sono comportamenti che spesso risultano incontrolabili e riuscire ad abbattere certe barriere emotive non è semplice...